De Luca sindaco, la mia biografia
parallax background
Thomas De Luca, palazzo Spada Terni
Il mio modello di Govenance
aprile 17, 2018
Mi chiamo Thomas De Luca e sono nato a Terni il 28 Giugno 1988. Sono un libero professionista, un graphic designer freelance, attività che svolgo da circa 10 anni. Felicemente sposato da un anno, sono in attesa di diventare padre tra qualche giorno.
Ho scelto di dedicare la mia vita all’impegno civile e alla famiglia. Amo la mia città, la mia identità e le mie radici. Sono figlio della cultura operaia e di quella artigiana dalle quali ho imparato l’etica del lavoro, il prezzo e il valore dell’onestà e un rigido rispetto della dignità e della libertà della persona. Credo fermamente nel valore della comunità come spazio di confronto, di solidarietà, di miglioramento della condizione esistenziale dell’individuo attraverso la condivisione e la crescita collettiva.
Nel 2010 ho avviato la mia attività professionale, interrotta solo per due anni, poi ripresa dal 2016 ad oggi. Da gennaio 2018 fino all’accettazione della mia candidatura ho ricoperto, per due mesi, anche il ruolo di collaboratore del gruppo regionale del M5S all’Assemblea Legislativa della Regione Umbria.
Nella mia attività professionale ho potuto toccare con mano, in prima persona, le difficoltà della libera iniziativa economica in una città paralizzata dove i problemi comuni nel nostro paese, come la tassazione e la burocrazia, assumono dimensioni amplificate e insostenibili. C’è molto da fare, ma la priorità di questo territorio è quella di lasciar fare, liberare l’economia ed eliminare l’intermediazione politica per far crescere aziende sane e dare un’opportunità ai giovani.
Nel 2008 ho prestato Servizio civile volontario, in primo luogo perché sono un convinto sostenitore della non-violenza come forma di risoluzione dei conflitti, in secondo luogo perché il servizio civile mi dava la possibilità di mettermi al servizio degli altri in strutture di accoglienza sociale. Nello stesso periodo ho partecipato come artista e collaborato all’organizzazione di eventi e manifestazioni di arte contemporanea a Terni, con il FACT (Fabbrica arte contemporanea Terni) e con il gruppo informale d’arte situazionista DefibrillAzione, e nel territorio della Sabina con la manifestazione di arte contemporanea “20 Eventi – Arte contemporanea in Sabina”.
Seguendo la necessità di una riconversione verso un piano più umano e sostenibile dell’economia ho cominciato ad interessarmi di consumo critico. e di economia locale intessendo un rapporto diretto con gli agricoltori del territorio sviluppando expertise nell’ambito della produzione agroalimentare e artigianale di qualità presente nel territorio.
Sono uno dei soci fondatori dell’associazione Papigno Pesche, per la conservazione degli orti urbani di Papigno e della pésca autoctona di Papigno, “il Persico”. Sono uno dei fondatori del GAT, Gruppo d’acquisto Terni, gruppo informale attivo ancora oggi, dopo 8 anni di vita, realtà tra le più longeve dell’Umbria. Contemporaneamente è cresciuto il mio impegno civico nell’attivismo ambientale, prima nel Movimento Ambiente e Società poi nel Comitato No Inceneritori di Terni. Ho partecipato al Coordinamento Nazionale Siti Contaminati e al Coordinamento Rifiuti Zero dell’Umbria.

Nella primavera del 2012 la novità dirompente del MoVimento 5 Stelle a livello nazionale, l’incontro con Luca Simonetti del Meetup Grilli Ternani, l’impegno e il coraggio da loro dimostrato come unico soggetto apertamente in rottura con il 'Sistema Terni', mi hanno motivato ad impegnarmi in prima persona nell’attivismo politico.
Dal 2012 sono diventato organizer del gruppo ambiente del M5S Terni conducendo la battaglia contro il negazionismo ambientale per una rivoluzione culturale della sostenibilità e del diritto alla salute. Prima forza politica a denunciare i risultati dello studio Sentieri, promosso dall’Istituto Superiore di Sanità, nascosti all’opinione pubblica, abbiamo avviato un percorso di analisi e di studio sui dati sanitari e ambientali coinvolgendo esperti di livello nazionale e internazionale.
Abbiamo presentato la prima proposta di delibera di iniziativa popolare della storia del Comune di Terni, con un piano per l’adozione della Strategia Rifiuti Zero corredato di analisi di fattibilità economica. Il duro impegno, con un approccio scientifico ed obiettivo, ci ha portato a vincere questa battaglia e ad essere riconosciuti unanimemente, da tutti gli avversari politici, come punto di riferimento nella questione ambientale.
A dicembre 2013 ho concorso per la carica di candidato sindaco alle Municiparie del meetup Grilli Ternani, vinte da Angelica Trenta che è stata poi la nostra candidata a sindaco.
Alle successive elezioni amministrative del 2014 sono risultato il primo degli eletti con circa 300 preferenze personali, ricoprendo per circa due anni e mezzo la carica di capogruppo del MoVimento 5 Stelle nel Consiglio comunale di Terni e di membro della terza Commissione Consiliare Permanente.
L’ingresso del MoVimento 5 Stelle nel Comune di Terni ha segnato uno shock irreversibile nel “Sistema Terni” portandolo al collasso e segnando la fine anticipata della consiliatura con un anno e quattro mesi di anticipo.
Un risultato senza precedenti che ha portato a compimento in pieno il mandato conferito dagli elettori nel 2014.
L'ATTIVITÀ IN CONSIGLIO COMUNALE

BILANCIO
Il nostro lavoro di studio costante, supportato attraverso occupazioni e azioni di protesta ha fatto emergere la presenza di debiti fuori bilancio illegalmente occultati, delibere protocollate e poi scomparse, una voragine di bilancio di oltre 7 milioni di euro. Una verità che ha dimostrato come il Comune fosse in una situazione di squilibrio strutturale da almeno cinque anni ma che attraverso artifici contabili veniva occultato senza essere sanato, fino a giungere alla cifra di oltre 70 milioni di euro. Occultamento all’opinione pubblica e agli organi di controllo che ha pesantemente condizionato l’esito delle elezioni amministrative 2014 ed ha portato l’Ente nel baratro del dissesto. Verità emersa solo grazie al nostro lavoro.

AMBIENTE
Nel 2014 attraverso un asfissiante lavoro di opposizione in collaborazione con le associazioni ambientaliste e i comitati abbiamo costretto l’ex Sindaco e le Istituzioni sanitarie ad ammettere di aver nascosto i risultati delle analisi su uova e latte, risultati che attestavano la presenza di diossina e PCB su oltre la metà dei campioni prelevati su tutta la conca ternana, obbligandoli all’attivazione di un capillare monitoraggio della filiera agroalimentare.
Una storica mobilitazione cittadina attraverso i social culminata con la richiesta di convocazione di un consiglio straordinario sulla questione ambientale.
Nel 2015 abbiamo smascherato la presenza di coltivazioni alimentari sopra numerose ex discariche. Coltivazioni pericolose su aree contaminate, questione di cui le amministrazioni erano a conoscenza da anni senza mai essere intervenute. Anche in questo caso dopo mesi di fiato sul collo abbiamo obbligato l’ex Sindaco all’emanazione di ordinanze interdittive alla coltivazione e all’utilizzo dei pozzi contaminati.
Pochi mesi dopo, a seguito di una segnalazione, abbiamo denunciato pubblicamente la presenza di tetracloroetilene nell’acqua potabile dell’area ovest della città con valori sopra il limite di legge e sopra la soglia di rischio sanitario. A seguito delle nostre denunce la società di gestione del servizio idrico è stata costretta ad installare filtri nei pozzi e ad avviare un costante monitoraggio delle falde sotterranee.
L’approfondimento svolto sull’inquinamento atmosferico e in particolar modo sui metalli pesanti ci ha portato a chiedere attraverso atti ed interrogazioni la sperimentazione di un monitoraggio sul cromo, presente in quantità record nell’aria urbana, per analizzarne la quantità nel suo stato esavalente. Gli approfondimenti svolti da ARPA Umbria hanno dimostrato come la presenza di Cromo VI non solo fosse confermata ma che la stessa fosse in quantità a dir poco necessarie di attenzione.

SOCIALE
Nel 2016 attraverso un emendamento al bilancio siamo riusciti a bloccare gli sfratti di posti in essere da ATER nei confronti dei beneficiari del “Fondo ripiano morosità” dedicato ai cittadini disabili, disoccupati e indigenti che erano rimasti senza il contributo a causa dell’assenza di finanziamento in bilancio.
Nel 2017 grazie al nostro intervento dopo dieci mesi di attesa i cittadini rimasti senza casa a seguito del sisma, hanno ricevuto il contributo autonoma sistemazione che spettava loro di diritto e che era già stato da mesi erogato dalla Regione Umbria.

PARTECIPATE
La pressione esercitata sull’ex Sindaco, sulla Giunta e sulla maggioranza, attraverso atti, centinaia di emendamenti e un lavoro di ostruzionismo in consiglio comunale ha bloccato la privatizzazione di ASM Terni SpA e delle sue partecipate come Umbria Energy.

STOP AI PRIVILEGI
Grazie al lavoro svolto in commissione Statuto e Regolamento i consiglieri comunali per poter percepire il gettone di presenza dovranno essere presenti almeno al 70% della seduta di consiglio o commissione. Una modifica che ha stroncato per sempre i furbetti del cartellino, che con un solo minuto di presenza vedevano erogarsi l’intero gettone.
Nel Regolamento sono stati inoltre inseriti il Consiglio comunale aperto alla partecipazione dei cittadini con diritto di parola e l’implementazione, attraverso la piattaforma “Prendo Parte” di strumenti di partecipazione digitale online per i cittadini nell’iter di approvazione di atti e delibere. In tre anni e mezzo di consiliatura abbiamo presentato attraverso atti, emendamenti e delibere il 100% del programma elettorale delle amministrative 2014. Settantacinque punti programmatici, di cui siamo riusciti ad ottenere l’approvazione del 35%. Un vero e proprio governo dall’opposizione. Abbiamo rispettato il nostro impegno con gli elettori, gli unici ad averlo fatto.

Per questo sono convinto che il MoVimento sia il futuro, l’ultima possibilità di poter risollevare Terni, rimettendo al centro delle scelte politiche la persona e la qualità della vita dei ternani.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Law